Assisi in un giorno: cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere ad Assisi in un giorno? Tantissime cose, più di quante si pensi! 

Sono stata ad Assisi in occasione di un viaggio che ho organizzato in Umbria con un’amica, avevamo tre giorni a disposizione, e questa città non poteva assolutamente mancare nell’elenco dei luoghi da visitare. Se vuoi vedere l’itinerario completo e sapere cosa fare e vedere in Umbria in tre giorni, stay tuned: pubblicherò a breve un articolo completo!

Pronti, partenza, via!

La prima tappa del mio viaggio in Umbria è stata proprio Assisi, città di origine romana che dà i natali a San Francesco d’Assisi. Visto che le cose da fare e vedere ad Assisi in un giorno sono tante, partiamo subito!

Cosa fare e vedere ad Assisi in un giorno: tappa 1) La Basilica di Santa Chiara

Accedo alla città passando per Porta Nuova, e mi dirigo verso la Basilica di Santa Chiara, dal cui piazzale antistante si gode di una vista spettacolare sulla parte bassa della città e sulla vallata. Questa Basilica fu eretta in onore di Santa Chiara, la prima e più fedele discepola di San Francesco. Di estrema bellezza è la cripta, dove viene illustrata la vita di Santa Chiara e dove sono conservate le sue spoglie mortali. 

Nella Basilica si trova anche il Crocifisso di San Damiano, icona che nel 1205 parlò al giovane Francesco dicendo “Va’ Francesco, ripara la mia casa che, come vedi, è in rovina”. A questa frase si deve la ristrutturazione fisica di moltissime chiese e luoghi di culto, come vedremo più avanti…niente spoiler!

Uscita dalla Basilica mi inoltro nella città, andando verso il centro, e qui vengo letteralmente assorbita dal dedalo di vicoli e viuzze che si snoda a partire dalla piazza del Comune. Qui si trovano la famosa Fontana del Comune, il Tempio di Minerva e il Palazzo dei Priori. 


Tappa 2) La Cattedrale di San Rufino

La mia prossima metà è la Cattedrale di San Rufino. Essendo già ora di mangiare, mi fermo per un pranzo a base di salumi e formaggi locali da Bibenda, un minuscolo locale gestito da una ragazza gentilissima e super preparata sui vini del luogo (a fine pasto ci è stato offerto anche il vino del Papa, un vino dolce liquoroso sublime!).

Entrata a San Rufino, dopo un giro nella Cattedrale, sono subito attratta dalla Torre campanaria. Una salita di 150 scalini porta dritti dritti a uno dei più bei panorami visti in questo viaggio. Che dire…la fatica vale il traguardo! La vista che si gode da qui è una magia: uno sguardo a 360° sulla città, sul monte Subasio e sulla Rocca di Assisi. Veramente meraviglioso.

A malincuore torno giù, ma conscia che salirò di nuovo a breve, verso la Rocca Maggiore! Purtroppo è temporaneamente chiusa per lavori di ristrutturazione, ma l’ho inclusa comunque nel mio itinerario per ammirare dall’alto la Basilica di San Francesco, patrimonio UNESCO. Lo straconsiglio agli amanti dei paesaggi e della fotografia!


Tappa 3) Basilica di San Francesco! 

Ripercorriamo quindi la strada a ritroso, e ci troviamo nuovamente a Piazza del Comune, che stavolta attraversiamo per prendere una delle due vie parallele che conducono alla Basilica.

La Basilica di San Francesco d’Assisi è composta da due chiese sovrapposte: la chiesa inferiore è la prima ad essere stata costruita, ed ha uno stile romanico, mentre la chiesa superiore è di successiva costruzione e presenta uno stile gotico. In entrambe le chiese si possono ammirare vetrate colorate e luminose e affreschi di Giotto, Cimabue e altri celebri artisti. La visita alla Basilica di San Francesco è d’obbligo se si viene ad Assisi, non si può proprio perdere!

La costruzione della Basilica iniziò due anni dopo la morte del Santo e si dice che lo stesso Francesco abbia scelto questo luogo per la sua sepoltura. Fatto interessante: qui venivano eseguite le esecuzioni capitali e venivano seppelliti i senza legge e il colle veniva chiamato “dell’Inferno”. Dopo la costruzione della Basilica il suo nome diventò “del Paradiso”.


Tappa 4) L’Eremo delle Carceri

Uscita dalla Basilica mi avvio verso l’Eremo delle Carceri, un luogo fuori dai classici itinerari turistici e che si trova nel cuore di un bosco di lecci secolari. Qui San Francesco si recava per trascorrere periodi limitati di preghiera. A 4km da Assisi, sul monte Subasio, questo Santuario è un esempio di raccoglimento e alienazione dal mondo esterno. Ci si può isolare da tutto e passeggiare nel bosco prendendo anche i sentieri secondari, esplorando la natura incontaminata in tutta la sua bellezza. Qui gli unici rumori che si sentono sono il cinguettio degli uccelli e il soffio del vento tra le fronde degli alberi. Fuorviata dal nome, non mi aspettavo un luogo di tale bellezza, arroccato e incastonato nel verde e nel silenzio. La parola “carcere” infatti non indica una prigione, ma proviene dal latino “carcer”, che significa appunto luogo appartato, solitario. 

Se si ha un’auto e tempi non troppo stretti, questo posto merita assolutamente una visita! Se invece non avete abbastanza tempo, poichè le cose da fare e vedere ad Assisi in un giorno sono veramente numerose, può essere un’ottima scusa per tornarci!


Cosa fare e vedere ad Assisi in un giorno: tappa 5) Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola

La giornata volge al termine, e prima di andare a Perugia, dove abbiamo pernottato per tutta la durata del nostro viaggio, facciamo un salto alla Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola. E qui, la sorpresa e la meraviglia: c’è una chiesa in una chiesa, come una matrioska!

“Porziuncola” indica la piccola porzione di terreno dove sorgeva la chiesetta dedicata a Santa Maria degli Angeli, edificata nel IV secolo. Abbandonata per tantissimo tempo, è la terza chiesa ad essere ristrutturata da San Francesco, e solo tra il XVI e il XVII secolo viene edificata la grande Basilica che oggi contiene la chiesetta originaria. L’effetto è sensazionale, non credo ci siano altre parole per descrivere quello che si vede all’interno di questa Basilica. Da fuori maestosa ed imponente, al suo interno racchiude questa piccola gemma rara. La Basilica è letteralmente uno scrigno costruito attorno al tesoro che deve proteggere e conservare.

Finisce qui la mia giornata, e come preannunciato, le cose da fare e vedere ad Assisi in un giorno sono state veramente tante! Stremata e super affamata, lascio questa città meravigliosa con tanta, tantissima bellezza negli occhi. Dove vado? A Perugia!

Se ti è piaciuto l’articolo, lasciami un commento! Scopri le altre tappe del mio tour in Umbria: Perugia, Gubbio, Spello e Spoleto.

Segui il mio profilo Instagram per vedere tanti contenuti, stories e foto sul mio viaggio in Umbria e se vuoi chiedermi consigli, scrivimi!

Al prossimo viaggio,

Erika

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *