Gita fuori porta a Sant’Angelo il Paese delle Fiabe

Se stai cercando un posto particolare vicino Roma per organizzare una gita fuori porta, ti porto con me a Sant’Angelo, il Paese delle fiabe!

Domenica scorsa sono andata a Sant’Angelo di Roccalvecce, in provincia di Viterbo. Questo paesino si trova a un’ora e mezza di distanza da Roma, ed è perfetto se si vuole fare una gita fuori porta.

Che la magia abbia inizio!

Ma voglio entrare subito nel vivo, facendoti iniziare a sognare: immagina di camminare tra le tue favole preferite e di vederle susseguirsi ad ogni angolo. È proprio quello che succede a Sant’Angelo, perché questo è il Paese delle Fiabe! Qui il tempo non si ferma, ma torna indietro. Passeggiando tra le stradine di questo borgo, si ha infatti la sensazione di essere tornati bambini, o almeno per me è stato così.

Nato da un’opera di riqualificazione tutta al femminile, il progetto di Sant’Angelo di Roccalvecce ha portato un gruppo di street artist a dare una nuova vita a questo luogo. Dipingendo le facciate delle case di quello che fino ad allora era stato un comunissimo borgo laziale nel bel mezzo del nulla, lo hanno trasformato in un vero e proprio museo a cielo aperto.

Il primo murales ad essere realizzato è quello di Alice nel Paese delle Meraviglie, e qui inizia la magia: il murales nasconde in piena vista l’indicazione del “compleanno” del Paese delle Fiabe. Le lancette dell’orologio del Bianconiglio segnano le 11.27 esatte, sarà solo un caso? Assolutamente no! Il 27 novembre del 2017 è infatti la data di inaugurazione dell’intero progetto!

La magia però non finisce qui. A seguito della riqualificazione Sant’Angelo è diventato meta di centinaia di turisti ogni weekend, ed è entrato a far parte dei borghi dipinti d’Italia più belli. 

Le artiste che hanno partecipato al progetto sono molteplici: Tina Loiodice, autrice di “Alice nel Paese delle Meraviglie”, e Stefania Marchetti, autrice de “La spada nella roccia” sono solo due dei tantissimi nomi che si trovano scritti sui muri di Sant’Angelo e che hanno dato vita e colore a questo borgo.

Alice – Tina Loiodice

Visitare Sant’Angelo, il Paese delle Fiabe

Fare una gita fuori porta a Sant’Angelo il Paese delle fiabe e ammirare tutti i murales è veramente molto semplice, e bastano un paio d’ore. Arrivando in auto, si può parcheggiare lungo la strada prima di entrare in paese. Non c’è un vero e proprio percorso da seguire, ma comunque qua e là si possono trovare cartelli che indicano dove “le fiabe continuano”. 

Ma torniamo alle vere protagoniste di Sant’Angelo: le fiabe. Disseminati in tutto il paese si trovano 49 murales, uno più bello dell’altro. Ad essere state raffigurate non sono solamente le favole più celebri e famose, ma anche molte altre meno conosciute e non facenti parte del mondo Disney. 

I miei murales preferiti sono senza ombra di dubbio “La volpe e l’uva”, “La piccola fiammiferaia” e “Cenerentola”.

Menzione a parte meritano i murales di “Hansel & Gretel” e “Cappuccetto Rosso”.

“Hansel & Gretel” oltre ad essere bellissimo, nasconde una chicca: bisogna girare l’angolo della casa su cui è disegnato per scoprire che fine fa la strega!

Parliamo ora di “Cappuccetto Rosso”. Quella di Vera Bugatti (artista del murales) è una versione moderna e ambientalista della fiaba dei Grimm: Cappuccetto Rosso accoglie e protegge il lupo invece di demonizzarlo. L’animale non rappresenta più il pericolo e l’ignoto, ma evoca un ritorno alla natura e un riequilibrio di coesistenza. Di estrema importanza è anche la figura della nonna, che scostando il foulard che porta sul capo, ci mostra un cuore che genera e sostiene un albero semi-spoglio. L’albero ci viene presentato come parte del suo apparato vitale che, sebbene contorto e malato, ancora vive. Il messaggio dietro questo murales è quello di prestare attenzione alla natura, averne cura, oggi più che mai.

Tutti i murales di Sant’Angelo, il Paese delle Fiabe

Il punto più instagrammabile di Sant’Angelo è sicuramente la scala blu sotto al murales di Peter Pan!

I murales qui sono veramente tantissimi, e non voglio rovinarti la sorpresa di scoprirli di persona, quindi ti lascio di seguito la lista completa e qualche altra foto…ma non tutte 😛

  • Pinocchio (x3)
  • Willi Wonka
  • Alice nel Paese delle meraviglie
  • Biancaneve (x2)
  • C’era una volta
  • La spada nella roccia
  • Il libro della giungla
  • Il brutto anatroccolo
  • La bella addormentata
  • La fiaba del passato
  • Il gatto con gli stivali
  • Don Chisciotte
  • Mignolina
  • La bella e la bestia
  • Hansel & Gretel
  • L’albero delle matite
  • La piccola fiammiferaia
  • Peter Pan
  • L’alba di un nuovo giorno
  • Il piccolo principe
  • Gli gnomi
  • Trolls
  • Babbo Natale
  • Cenerentola
  • Fate di Avalon
  • Il giro del mondo in 80 giorni
  • Il cantastorie sant’angiolese
  • Il soldatino di piombo
  • Il fagiolo magico
  • Mary Poppins
  • Cappuccetto rosso
  • Pochaontas
  • Mulan
  • La volpe e l’uva
  • Sogno di una notte di mezza estate
  • Il pifferaio magico
  • La carica dei 101
  • I tre porcellini
  • Aladin
  • Il mago di Oz
  • I musicanti di Brema
  • La casina del gelato
  • La sirenetta
  • La regina delle nevi
  • Robin Hood
  • Il principe ranocchio

…E vissero tutti felici e contenti

Ho amato questa gita dall’inizio alla fine, e non vedevo l’ora di scoprire quale fosse il prossimo murales e di sorprendermi col naso all’insù davanti al dipinto successivo. È veramente un’esperienza magica, che ti riporta alla gioia pura e semplice del sogno, dell’impossibile e del favoloso.

Ad ogni angolo c’è un nuovo mondo, una nuova storia, un nuovo viaggio, e tu devi solamente lasciarti trasportare e tornare a sognare come facevi da bambino.

Termino la mia gita fuori porta a Sant’Angelo, il Paese delle Fiabe con tanti colori negli occhi e una scintilla di speranza in più nel cuore…perché alla fine le fiabe servono a questo no? A farci vedere il mondo sotto una luce migliore, perché l’happy ending alla fine arriva sempre!

La cosa bella di questo paesino è proprio questa: te ne vai con un sorriso e guardandoti indietro, come alla fine di una bella storia.

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi essere sempre aggiornato sui miei viaggi o avere altre idee e spunti per i tuoi weekend, seguimi su Instagram, e contattami qui per altre info su Sant’Angelo oppure per chiedermi aiuto per organizzare il tuo prossimo itinerario!

La fiaba continua…al prossimo viaggio!

Erika

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *