Cosa vedere al Cairo in 2 giorni

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici

In questo articolo voglio parlarti di cosa vedere al Cairo in 2 giorni, di quali esperienze fare nella capitale egiziana e di quali luoghi iconici non puoi assolutamente perderti.

Continua a leggere per scoprire quanti giorni ci vogliono per visitare Il Cairo leggere tutti i miei consigli per visitare la città.

Visitare il Cairo

Il Cairo è la capitale dell’Egitto, una grande metropoli e un centro importantissimo per i traffici, la politica e la cultura non solo del Medio Oriente, ma del mondo intero. Cercare di definire questa città è davvero complesso, considerando soprattutto il fatto che è una città con molte luci e parecchie ombre. Infatti, a differenza di tante altri capitali nel mondo, Il Cairo può destabilizzare ad una prima occhiata, e non è sicuramente una città che piace a tutti.

I motivi sono principalmente culturali, poichè qui tutti i tratti tipici della cultura egiziana, sia nel bene che nel male, vivono la loro massima espressione. Sto parlando del caos, della rumorosità, dell’attaccare bottone, ma anche delle glorie del passato e di un forte patriottismo. Personalmente non ho amato questa città in tutte le sue sfumature, ma come ogni posto, nasconde delle gemme preziosissime che vale assolutamente la pena visitare, e non mi riferisco solamente alle piramidi.

Il Cairo è stata l’ultima tappa del mio viaggio di 11 giorni in Egitto. Ho scelto di fare un tour privato (in questo articolo ti spiego perchè penso sia meglio scegliere un tour privato in Egitto che un viaggio fai da te) e, dopo essere arrivata al Cairo da Roma, ho passato qui una sola notte per poi prendere un volo per Luxor alle prime luci dell’alba e iniziare lì una splendida crociera sul Nilo di 4 giorni. Dopo aver fatto la crociera, aver visitato i templi egizi più belli e aver passato due giorni di totale relax in un resort sul Mar Rosso, ho fatto ritorno nella capitale egiziana, e ho iniziato a girare la città.

cosa vedere al Cairo in 2 giorni
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – Moschea di alabastro

In questo articolo voglio farti conoscere tutte le cose belle che questa città ha da offrire, e darti qualche consiglio per riuscire a visitare Il Cairo al meglio. Iniziamo subito.

Quanti giorni ci vogliono per visitare Il Cairo?

Per decidere quanti giorni ci vogliono per visitare Il Cairo bisogna prima pensare se si vuole vedere solamente la città oppure se si vogliono fare anche delle escursioni nei dintorni. In base all’itinerario che ho seguito io però, posso dire che Il Cairo si gira tranquillamente in un giorno, e che un giorno aggiuntivo serve per visitare la zona delle piramidi e della Sfinge, di Menfi e di Saqqara. Per vedere quindi il minimo indispensabile di questa città, due giorni sono più che sufficienti.

Se invece vuoi fermarti più a lungo, puoi fare una gita di un giorno ad Alessandria d’Egitto oppure un’escursione all’oasi di El Fayoum, nel deserto omonimo. Per entrambe le opzioni ti consiglio di considerare un giorno intero, perchè le distanze non sono brevi, e di acquistare in anticipo i biglietti. Per farlo ti consiglio GetYourGuide, che offre tour giornalieri a prezzi imbattibili.

Consigli per visitare il Cairo

Per visitare Il Cairo voglio darti un paio di consigli di natura pratica, mentre qui ti parlo in modo più approfondito di tutte le cose da sapere prima di fare un viaggio in Egitto, su cui in questo articolo non mi dilungherò. Innanzitutto ti consiglio di concentrare le tue visite nella prima parte della giornata, alzandoti anche molto presto, per evitare le ore centrali, che sono le più calde. Visitare Il Cairo con il sole a picco è davvero estenuante, per cui è meglio concentrare le visite al mattino presto e nel tardo pomeriggio.

In secondo luogo ricordati di vestirti in maniera adeguata, rispettando il decoro della cultura egiziana, anche se fa caldo e l’istinto di spogliarsi è forte. Attenzione poi all’acqua: bevi solo quella in bottiglia e prima di farlo assicurati che il tappo sia sigillato, ne va della tua salute. Proprio a tal proposito, consiglio vivamente di fare un’assicurazione viaggio: io ho scelto quella di Heymondo, e acquistandola qui hai uno sconto del 10% dedicato ai lettori di VitaminTrip.

Altro consiglio che voglio darti è quello di non cambiare mai i soldi dagli ambulanti, perchè nella migliore delle ipotesi applicheranno un tasso di cambio svantaggioso, mentre nella peggiore rischi di ritrovarti con delle monete di altri Paesi che lì non hanno alcun valore! Altrettanta attenzione riservala ai venditori, a chi si propone di scattarti fotografie o a chi vuole portarti a vedere qualcosa di segreto e sensazionale, perchè ad ogni attenzione ricevuta ti verrà chiesta una mancia in cambio! Per tutte le altre informazioni più generiche, ti rimando alla sezione del blog dedicata all’Egitto, dove puoi trovare suggerimenti su cosa mettere in valigia per un viaggio in Egitto e tanto altro.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni

Come anticipavo, Il Cairo è una città che, turisticamente parlando, si visita tranquillamente in 2 giorni. Infatti, nonostante sia una città davvero grande, le cose belle da vedere non sono poi molte. Personalmente suggerisco di dedicare un giorno ai luoghi iconici dell’Egitto, che probabilmente sono il motivo principale per cui hai deciso di visitare Il Cairo, ossia le piramidi, la Sfinge e via dicendo. Il secondo giorno invece puoi dedicarlo alla città vera e propria, e scoprire cosa vedere al Cairo oltre le piramidi.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – Piramide di Chefren

Cosa vedere al Cairo: le meraviglie dell’Egitto

Iniziamo a parlare di cosa vedere al Cairo in 2 giorni proprio con i luoghi più iconici di tutto il Paese. Vedere le piramidi è stato il motivo principale del mio viaggio, ma non ci sono solo piramidi da vedere.

La Necropoli di Giza – le piramidi e la Sfinge

La Necropoli di Giza si trova subito fuori Il Cairo ed è il luogo più iconico di tutto l’Egitto. Qui si trovano infatti le tre Piramidi di Giza, la Sfinge e tanti altri luoghi importanti. Le Piramidi di Giza sono Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, una delle sette meraviglie del mondo (l’unica sopravvissuta del mondo antico) e risalgono a circa 4500 anni fa. Furono costruite dai tre faraoni Cheope, Chefren e Micerino e misurano rispettivamente 138, 136 e 62 metri di altezza. 

Ho visitato le piramidi l’ultimo giorno del mio viaggio, e sinceramente non penso ci potesse essere un finale migliore della mia esperienza in Egitto. La loro struttura è imponente e senza tempo, mi ha davvero emozionato vederle dal vivo e toccare con mano una tale magnificenza. L’intero complesso della Necropoli comprende, oltre alle tre Piramidi dei faraoni, anche tre piramidi più piccole, appartenenti alle regine (loro madri e figlie), e il villaggio degli operai, dove vivevano appunto i lavoratori che le costruirono.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – la Necropoli di Giza

Il mistero della costruzione delle piramidi rimane ancora oggi uno dei grandi interrogativi della storia, e stare ai loro piedi ascoltandone la storia è stata un’emozione che non dimenticherò mai. Si tratta di costruzioni già di per sé uniche al mondo, ma se si considera quando sono state costruite, il tutto assume un valore incomparabile! Attualmente si può anche entrare all’interno delle piramidi, ma in realtà non c’è granchè da vedere.

Infatti, sebbene in passato le stanze funerarie fossero piene zeppe di tesori e oggetti di valore (materiale e simbolico), oltre ai sarcofagi e alle tombe dei faraoni, oggi sono totalmente vuote, e quello che si vede sono semplicemente le pareti e i corridoi per arrivare al luogo di sepoltura. Sicuramente non è un’esperienza che consiglio a chi soffre di claustrofobia, perchè il passaggio è parecchio stretto e soprattutto molto basso, si deve stare piegati e non si cammina agevolmente.

Nei pressi della piramide di Micerino poi, è davvero immancabile un giro in cammello! Questa è sicuramente una delle esperienze da fare in Egitto più significativa e che più mi rimarrà impressa. Nonostante il momento foto in un punto strategico infatti, che ho trovato divertente ed estremamente turistico allo stesso tempo, passeggiare in groppa ad un cammello con le piramidi che ti sfilano affianco è un’esperienza unica e indimenticabile!

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Visitare Il Cairo – giro in cammello

Dopo aver fatto un giro in cammello, si passa infine alla Grande Sfinge di Giza. Questa è la più grande statua monolitica tra quelle egizie, e le sue dimensioni sono impressionanti: 73 metri di lunghezza, 20 metri di altezza e 19 di larghezza. Solo la sua testa è alta 4 metri, ed è davvero impressionante vista da vicino!

Info pratiche: la Necropoli di Giza è aperta dalle 08.00 alle 17.00 da aprile a settembre e dalle 08.00 alle 16.00 da ottobre a marzo, ma consiglio di visitarle all’apertura, quando c’è ancora poca gente e quando la temperatura è ancora accettabile. I biglietti si possono acquistare sia in loco (all’ingresso della Sfinge o a quello della Grande Piramide) oppure online, cosa che consiglio se vuoi evitare le lunghe file che quotidianamente si formano qui. Solitamente le escursioni alla Necropoli di Giza includono anche una mezza giornata a Menfi e Saqqara.

Menfi e Saqqara

Spostandosi di una trentina di km si arriva a Menfi, la più antica capitale egiziana, dove si possono ammirare le sue rovine, la mastodontica statua di Ramsete II e la sfinge di alabastro. La visita qui non dura più di 20 minuti, ma è una tappa fondamentale quando si viene a visitare Il Cairo. Assieme alle rovine di Menfi, non si può fare a meno di dedicare del tempo anche alla necropoli di Saqqara, che invece di tempo ne prende un pò di più.

Saqqara si trova su un altopiano a breve distanza da Menfi, ed è la necropoli più grande d’Egitto, con i suoi 8 km di estensione. Qui si possono vedere altre piramidi e tantissime mastabe (monumenti funerari che sembrano piramidi ma non lo sono, poichè hanno la punta tronca). Tappa imperdibile qui è la piramide a gradoni di Saqqara, circondata dalle tombe dei nobili e delle personalità più influenti delle prime dinastie egizie. Anche qui si può entrare all’interno, e anche qui il passaggio è angusto e stretto.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – Statua di Ramsete II

Cosa vedere al Cairo oltre le piramidi

Quando si viene a visitare Il Cairo, come già accennato, non ci sono solo le piramidi da vedere, ma anche diversi luoghi all’interno della città. Ecco quelli più suggestivi e davvero imperdibili, sia per apprezzare la storia della città che per capirne più a fondo la cultura, gli usi e le abitudini.

Il Museo Egizio

Il Museo Egizio del Cairo è il più importante del mondo per quanto riguarda le antichità egiziane, e ospita ben 136.000 oggetti tra statue, sarcofagi, monili, e via dicendo. Questo è sicuramente il luogo più visitato della città, ed è affollato a qualunque ora del giorno, senza eccezioni. Il mio consiglio è di venire a visitare il Museo Egizio all’apertura, quando la situazione è quantomeno gestibile. Inoltre, suggerisco caldamente di visitare il Museo con una guida, perchè altrimenti si rischia di non capirci un bel niente.

Infatti, all’interno del Museo i reperti archeologici sono messi in ordine sparso, e l’organizzazione non esiste. Questo vuol dire che se non si ha qualcuno che spiega le cose più importanti e ti guida secondo un senso logico, probabilmente si girerà a vuoto senza capire nulla di quello che si sta guardando. Come sai, non sono un’amante dei musei, ma questo è davvero una tappa imperdibile, e per gli amanti dell’arte antica è una vera perla.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – Museo Egizio

Tra le cose che spiccano di più in assoluto c’è la Maschera funeraria di Tutankhamon, scoperta nella Valle dei Re e punta di diamante del museo. Questa è fatta totalmente in oro massiccio ed è uno dei simboli dell’Egitto, e tutti guardandola torneranno con la memoria alle foto sui libri di storia delle elementari (almeno per me è stato così!). Dal 2021 il museo “vecchio” è teoricamente chiuso, ma funziona ancora, perchè la costruzione del nuovo museo sembra non vedere mai la fine. Il Grand Egyptian Museum (Gem) si trova nelle vicinanze delle Piramidi di Giza ed è una struttura davvero enorme, dall’aspetto futuristico e moderno, che a dirla tutta stona un pò con il resto della città.

Il mio auspicio personale è che nel nuovo museo i pezzi siano esposti e organizzati in maniera più intelligente e ordinata, e che siano anche protetti meglio, perchè una cosa che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta è stato vedere che tante cose si potevano toccare (cosa assai assurda per un museo!).

Il Museo Egizio è apre tutti i giorni alle 09.00, chiude alle 19.00 dal lunedì al mercoledì, alle 21.00 il giovedì e la domenica e alle 16.00 il venerdì e il sabato. Il biglietto per un adulto costa 450 Lire egiziane (circa €9) e qui acquistare il biglietto in anticipo è fondamentale, se non si vuole rimanere fuori a fare file infinite!

La Moschea di Muhammad Ali

Nella città del Cairo, l’edificio più bello secondo me è la Moschea di Muhammad Ali, chiamata anche “Moschea di alabastro”. Costruita a metà del 1800, questa moschea sorge in memoria del figlio maggiore di Muhammad Ali Pasha, morto nel 1816, e rappresenta una tappa fondamentale quando si viene a visitare Il Cairo. Io l’ho trovata a dir poco magnifica: dai minareti riccamente decorati alla maestosa cupola circondata da cupole più piccole. Inoltre, dalla sua posizione privilegiata in cima alla Cittadella, la moschea sembra quasi avvicinare i fedeli al cielo.

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Interno della Moschea di Muhammad Ali

Al suo interno un enorme sala sorretta da colonne e illuminata con luci e lampadari la fa da padrona, e per entrare bisogna obbligatoriamente indossare dei copri-scarpe oppure togliersi le scarpe. Al di fuori invece l’intero edificio è ricoperto di alabastro (da qui il suo soprannome) e per le sue fondamenta sono stati usati i materiali degli edifici demoliti per la sua costruzione. Si tratta di una classica moschea ottomana, e nel suo cortile interno si trova l’orologio che Luigi Filippo I donò all’Egitto in cambio del famoso obelisco di Place de la Concorde.

La Moschea si può visitare tutti i giorni dalle 08.00 alle 17.00 e il biglietto di ingresso costa 450 Lire egiziane. Qui si può acquistare il biglietto in loco, ma se si viene in alta stagione è preferibile comprarlo online.

Il quartiere copto

Non si può visitare Il Cairo senza fare una passeggiata nel quartiere copto. Qui si dice che la sacra famiglia di Maria, Giuseppe e il piccolo Gesù si sia rifugiata dopo la fuga dalla Giudea e dal Re Erode. Proprio sui siti dove si sarebbero fermati, oggi sorgono diverse chiese molto interessanti da visitare, come la Chiesa di Santa Barbara, la Chiesa di San Giorgio, quella dei Santi Sergio e Bacco. Inoltre, meritano una visita anche la Moschea di Ben Ezra, il museo copto e la Chiesa sospesa.

Di questo quartiere mi ha colpito l’assoluta pace e tranquillità dei suoi viottoli, in totale contrasto con la frenesia e il volume altissimo del Cairo, che magicamente cessa quando si entra qui. Ho amato la via piena di libri e bancarelle letterarie, l’atmosfera sembrava sospesa e fuori dal tempo!

Cosa vedere al Cairo in 2 giorni: esperienze e luoghi iconici
Cosa vedere al Cairo in 2 giorni – il Quartiere Copto

Suq Khan El Khalili

Parlando di cosa vedere al Cairo in 2 giorni, non potevo non menzionare il mercato più famoso della città: il Suq Khan El Khalili. Questo mercato gode di vita propria, e definirlo mercato è un pò riduttivo, perchè si tratta più di un crocevia di persone, odori, profumi e suoni, stoffe, spezie e musica. Personalmente l’ho trovato un pò claustrofobico e non ho apprezzato troppo l’insistenza dei venditori, ma è sicuramente caratteristico fermarsi per un tè al Caffè degli Specchi e godere dell’accoglienza egiziana, estremamente rumorosa e cerimoniosa!

Ora che sai tutto su cosa vedere al Cairo in 2 giorni, fammi sapere con un commento se l’articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, oppure se hai delle domande e vuoi qualche approfondimento.

Io ti aspetto al prossimo viaggio,

Erika

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *