Cosa fare e vedere a Torino in un weekend

Cosa vedere a Torino in un weekend

Oggi ti parlo di cosa vedere a Torino in un weekend, raccontandoti il mio viaggio.

Ho deciso di fare questo viaggio come regalo ad un’amica, il che pretendeva che fosse low cost al massimo! È stato un viaggio-lampo incastrato tra ferie, orari assurdi e trasporti scomodi…ma come si dice…necessità fa virtù!

Fino a Torino in Flixbus

Sono partita da Roma di venerdì sera, dopo aver staccato dal lavoro, e ho fatto il viaggio di notte in bus. Chi mi conosce sa che non è il mio modo preferito di viaggiare, anzi, spesso non lo considero minimamente. In quell’occasione però, faceva esattamente al caso mio!

Viaggiare in bus è scomodo e lento, ma scegliere questa opzione permette di risparmiare veramente tanto sullo spostamento! Io ho pagato €15 a persona per un viaggio andata e ritorno!

Ma torniamo a noi..consapevole di aver poco tempo a disposizione, ho concentrato tutto il mio weekend a Torino per poter fare e vedere più cose possibili. Il mio consiglio è di prevedere un giorno in più per poter girare con più calma, ma in caso non fosse possibile, Torino in un weekend si può fare!

Ultima premessa prima di iniziare a parlare di cosa vedere a Torino in un weekend: il modo più economico per visitare Torino è la Torino + Piemonte Card, che dà accesso gratuito ai principali castelli, residenze e musei di Torino e del Piemonte.

Cosa vedere a Torino

Cosa fare e vedere a Torino in un weekend

Torino è una città eclettica ed elegante. Antica capitale sabauda e culla del Risorgimento, è oggi un importante polo d’innovazione. Torino è una città che è cambiata molto nel corso dei secoli, e che dai suoi mille cambiamenti ha ereditato un immenso patrimonio artistico e culturale. Quando si arriva nella capitale piemontese ci si accorge subito del dinamismo di questa città, si percepisce l’apertura verso il mondo e il suo essere moderna e al contempo classica. Insomma, visitare Torino è un’esperienza che senza ombra di dubbio lascia soddisfatti!

C’è davvero l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a Torino in un weekend, ma il mio consiglio è quello di iniziare a scoprire questa città partendo da un suo grande classico: il bicerin!

Io sono andata nel Caffè Al Bicerin, il luogo dove fu inventata questa bevanda a base di caffè, cioccolato e latte.

È aperto dal 1763 e se si vuole gustare il bicerin autentico, è qui che si deve venire. Il nome deriva dal bicchiere senza manico in cui viene servito, che in piemontese è appunto “bicerin”. Non sono un’amante del caffè, ma non potevo non provare questa specialità!

E ora, vediamo insieme cosa vedere a Torino in un weekend! Ricordo che questa è una mia personalissima lista, e che in base ai gusti ovviamente si può aggiungere o togliere qualcosa (io per esempio ho tralasciato la visita alla Sacra Sindone).

La Mole Antonelliana

Inizio scontato? Forse, ma non si può fare altrimenti! La Mole Antonelliana è il simbolo della città ed è la prima cosa da vedere in assoluto. Inizialmente doveva essere un tempio israelitico, ma poi il Comune volle farne un monumento dedicato a Vittorio Emanuele II.

La Mole, alta 167 metri, ha al suo interno un ascensore con le pareti in vetro, che permette di salire fino al “Tempietto” (85m) per ammirare Torino dall’alto.

Cosa insolita e inaspettata: dentro la Mole c’è il Museo Nazionale del Cinema! Chi entra per visitare la Mole può quindi anche fare un viaggio nella storia del cinema italiano e non.

Info pratiche: la Mole è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00, tranne il martedì.

Mole Antonelliana

Si può salire a piedi sulla cupola solamente di sabato, domenica e festivi, e solo dalle 14.00 alle 16.30. Il biglietto d’ingresso intero costa €11.

Piazza Castello e i Musei Reali

Questa piazza è enorme e bellissima. Fu progettata nel 1584 ed circondata per tre lati da eleganti portici. Qui si trovano il Palazzo Reale, il Palazzo della Giunta Regionale, il Palazzo del Governo, il Teatro Regio, l’Armeria e la Biblioteca Reale, e Palazzo Madama.

Dire che Piazza Castello è il centro di Torino non è un’esagerazione, perché qui convergono le quattro arterie della capitale piemontese, tra cui via Garibaldi, una delle vie pedonali più lunghe d’Europa! 

Cosa fare e vedere in un weekend a Torino

Qui c’è il polo dei Musei Reali di Torino, e con un unico biglietto si possono visitare il Palazzo Reale, l’Armeria Reale, la Galleria Sabauda e il Museo di Antichità. Il Palazzo Reale è uno degli edifici storici più importanti di Torino, nonché residenza dei Savoia fino al 1865. Qui c’è un’atmosfera da sogno, tra arazzi alle pareti, sfarzo ovunque e imponenti sale da pranzo. Quello che però mi ha colpito di più è stata l’Armeria Reale! Non saprei spiegare bene il perché, ma sono rimasta estasiata dalle sale in cui è conservata la collezione di armature e armi da guerra. Quando si sceglie cosa vedere a Torino, questa Piazza non si può tralasciare!

Info pratiche: il polo dei Musei Reali è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 18.00, tranne il lunedì, e il prezzo del biglietto intero è di €15.

Piazza San Carlo

Torino è piena di piazze, una più bella dell’altra, e Piazza San Carlo non può mancare nella lista di cosa vedere a Torino in un weekend!

Soprannominata “il Salotto di Torino”, questa piazza colpisce per la presenza al centro della statua di Emanuele Filiberto (in piemontese Caval ed Bronz), e ai lati delle due chiese gemelle in stile barocco (Santa Chiara e San Carlo). La cosa curiosa, è che non sono nate così, ma nel corso del tempo si sono “copiate” a vicenda, diventando uguali!

Altro elemento caratteristico di Piazza San Carlo sono i portici che la incorniciano.

Castello e Parco del Valentino

Questo è un Parco non troppo distante dal centro, che rappresenta un’arteria verde e uno spettacolo unico, essendo un parco fluviale. Qui sorge il meraviglioso Castello del Valentino, Patrimonio Unesco. Prima residenza di Maria Cristina di Francia, poi destinato ad usi diversi, oggi il Castello è sede della Facoltà di Architettura del Politecnico.

Quello che però è più affascinante, secondo me, è il Borgo Medievale che si trova all’interno del Parco. Si tratta della riproduzione di un villaggio del ‘400 costruito per l’Esposizione Generale Italiana Internazionale del 1884 di Torino. La ricostruzione è fenomenale e si possono vedere case fortificate, botteghe, viuzze, la Rocca e persino un ponte levatoio!

Info pratiche: il Castello è visitabile solo il sabato dalle 09.30 alle 12.00 su prenotazione (motivo per cui io l’ho visto solo da fuori).

Castello del Valentino

Il Borgo invece è aperto tutti i giorni dalle 09.00 alle 19.00 (fino alle 20.00 da aprile a ottobre).

Museo Egizio

Qui vorrei aprire una parentesi e andare un pò controcorrente. Quando si cerca “cosa vedere a Torino” su Google, il Museo Egizio è in cima ai risultati, ma io penso che sia un posto da poter tralasciare se si ha solo un weekend a disposizione. Quando parlavo ad amici e parenti del mio prossimo viaggio a Torino, tutti mi hanno consigliato vivamente di visitare questo Museo, perché bellissimo e interessante. 

Come è ormai noto, non sono un’esperta di storia, né di arte, né amante dei musei, quindi non era comunque uno dei posti che fremevo di visitare. Quello che però non mi aspettavo, era di rimanerne delusa. A me non è sembrato un granché, e tornassi indietro eviterei di vederlo col senno di poi (e a chi me lo chiede, non lo nomino quando suggerisco cosa vedere a Torino!). Ma cercherò di essere obiettiva e di descriverlo in maniera equa!

Questo museo è dedicato esclusivamente all’arte e alla cultura dell’Egitto antico e vanta più di 30.000 pezzi (statue, sarcofagi, stele funerarie ecc). Questo lo rende uno dei più ricchi musei egiziani al mondo. Quello che spicca è sicuramente la statua di Ramesse II, e il tempio di Thutmosi III. Questo è stato trasportato e ricomposto all’interno del museo!

Info pratiche: il museo è aperto il lunedì dalle 09.00 alle 14.00 e tutti gli altri giorni dalle 09.00 alle 18.30. Il biglietto intero costa €15 e la fila che si deve fare per entrare è considerevole, quindi bisogna calcolare bene i tempi!

Chiesa della Gran Madre di Dio

Ecco, questa è una Chiesa che mi è piaciuta tantissimo! Nelle mie ricerche su “cosa vedere a Torino” non era tra i primi risultati, ma ho fatto bene a scorrere fino in fondo! Oltre che l’interno, ho apprezzato tantissimo la vista che offre su ponte Vittorio Veneto e, proseguendo, sulla piazza omonima. Questa Chiesa è una sorta di copia del Pantheon, e fu voluta dall’Amministrazione torinese per festeggiare il ritorno di Vittorio Emanuele I dopo la ritirata delle truppe francesi nel 1814.

Al suo interno c’è un’unica navata circolare, strapiena di sculture. È veramente un bellissimo spettacolo!

Cosa fare e vedere in un weekend a Torino

Come dicevo, la vista che si gode da qui è superlativa, e a renderla ancora più magica c’è una tradizione esoterica: si pensa che la statua di sinistra sia la Madonna che tiene in mano il Santo Graal, seppellito sotto la chiesa stessa. Questo aspetto è singolare, perché prima di venire qui non sapevo che Torino è considerata una delle città magiche d’Europa, insieme a Praga e Lione.

Un altro elemento di spicco è il colonnato perfettamente simmetrico. L’ho adorato!

Info pratiche: la Chiesa è aperta tutti i giorni dalle 07.30 alle 19.00 ed è visitabile gratuitamente.

Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria

Non si può chiedere “cosa vedere a Torino” senza ricevere in risposta il nome della Reggia! Questo è un luogo imperdibile, anche se devo dire che il meteo poco clemente non me l’ha fatta apprezzare come avrei voluto. La Reggia nasce come residenza di caccia dei Savoia e, nominata Patrimonio Unesco, è tra i primi cinque siti culturali più visitati in Italia! 

La sua storia non è delle più felici: nata con altre residenze per creare una “Corona di delizie” che rappresentasse il potere dei Savoia, era un imponente complesso che dopo gli sfarzi iniziali ha conosciuto diversi periodi di alti e bassi. Prima i francesi distrussero alcune parti, poi fu avviato un progetto di rinnovamento a cui partecipò Juvarra, al quale si devono la Galleria Grande, la cappella di Sant’Uberto e la Citroneria. Seguì una lunga fase di decadimento in cui la Reggia fu trasformata in caserma militare, andando completamente in rovina nel ‘900.

A salvarla fu un grandioso progetto europeo di restauro, che l’ha riportata agli antichi splendori, rendendo possibile l’apertura al pubblico solo nel 2007.

Io l’ho vista con la pioggia, ed era bellissima. Non oso immaginare cosa possa essere con il sole!

Info pratiche: la Reggia è aperta dal martedì al venerdì dalle 09.00 alle 17.00, e l’orario si prolunga fino alle 20.00 nei weekend e nei giorni festivi. Il costo per la visita è di €20.

Cosa vedere a Torino? La Basilica di Superga

Ecco un altro punto di interesse che deve assolutamente rientrare nella lista di cosa vedere a Torino in un weekend. Questa Basilica progettata da Filippo Juvarra, nasce sulle ceneri di una chiesa preesistente, ed è in pieno stile barocco. Le sue sei cappelle e i quattro altari con statue e monumenti in marmo di Carrara la rendono uno spettacolo unico. Si può salire sulla Cupola con 131 scalini e da lì la vista che si apre agli occhi è una delle più belle in assoluto.

Info pratiche: la Basilica è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00 (nei weekend e festivi la chiusura è alle 18.00) e si può visitare gratuitamente. Salire alla cupola costa invece €3

Torino dall’alto

Come dicevo poco fa, dalla Basilica di Superga si gode di una delle più belle viste sulla città di Torino, ma quella che ho preferito io è quella che si ha dal Monte dei Cappuccini. Questa collina si trova alle spalle della città e qui sorge un convento dal cui piazzale antistante il panorama è di una bellezza spaventosa. Per arrivare si deve prendere fiato e indossare scarpe comode, perché bisogna fare una salita di 10/15 minuti partendo dalla Chiesa della Gran Madre di Dio.

Io ho scelto il tardo pomeriggio per venire quassù, sperando di beccare un bel tramonto, ma i nuvoloni non me lo hanno permesso! Consiglio anche di avere pazienza, perché i turisti che si affollano qui per le varie fotografie di rito sono veramente tanti, quindi bisognerà aspettare il proprio turno per mettersi in posa e scattare.

Io non sono andata oltre, ma se si ha voglia si può salire un pò più in alto, entrando nel Museo Nazionale della Montagna e andando alla terrazza panoramica del secondo piano.

Cosa fare e vedere a Torino in un weekend

Cosa vedere a Torino in un weekend? Ecco il mio itinerario

Di seguito riporto l’itinerario che ho seguito io per spuntare tutte le caselle della mia lista di “cosa vedere a Torino”, da cui puoi prendere spunto per organizzare il tuo viaggio.

COSA VEDERE A TORINO GIORNO 1) – SABATO

  • Caffè Al Bicerin
  • Piazza Castello
  • Palazzo Reale
  • Armeria Reale
  • Mole Antonelliana e Museo del Cinema
  • Piazza San Carlo
  • Museo Egizio

COSA VEDERE A TORINO GIORNO 2) – DOMENICA

  • Reggia di Venaria
  • Parco del Valentino
  • Monte dei Cappuccini
  • Chiesa della Gran Madre di Dio
  • Ponte e Piazza Vittorio Veneto
  • Basilica di Superga

Quello a Torino è stato un viaggio strano, diverso da quelli che faccio abitualmente per tanti aspetti, ma al netto di tutto dico che ne è valsa la pena! Sono tornata più stanca di prima, ma Torino merita tantissimo ed era davvero tanto che volevo andarci.

Per vedere altre foto, reel e stories su Torino, seguimi su Instagram e prendi spunto dai miei viaggi.

Al prossimo viaggio,

Erika

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *