Scone Palace, da Macbeth a oggi: 1000 anni di re

Scone Palace, il luogo iconico delle incoronazioni scozzesi

Lo Scone Palace, o Palazzo di Scone, era il luogo dove i re scozzesi venivano incoronati. Qui era conservata la Pietra del destino e su di essa si sono seduti moltissimi sovrani, da Macbeth a Carlo II.

Leggi l’articolo e scopri tutti i segreti e la storia centenaria di questo iconico palazzo nel cuore della Scozia: troverai tantissime info interessanti e utili per pianificare la tua visita qui e ti innamorerai di questo luogo proprio come ho fatto io!

La Scozia, le Highlands

Il mio viaggio in Scozia prosegue, e dopo Edimburgo è la volta delle Highlands. Ho trascorso due giorni nella capitale scozzese e dopo averla vista in lungo e in largo e averla esplorata come si deve, io e Raffaele abbiamo preso una macchina a noleggio e ci siamo messi in strada: direzione Highlands!

La nostra primissima tappa in questa regione fantastica è stata proprio lo Scone Palace, dove abbiamo trascorso due ore lontani dal mondo e sospesi nel tempo. Questo palazzo si trova più o meno a metà strada tra Edimburgo e Fort William, il nostro punto di appoggio nelle Highlands, e abbiamo deciso di visitarlo appena usciti da Edimburgo.

Scone Palace dai giardini
Scone Palace dai giardini

Desideravo fortemente visitare le Highlands da quando ho iniziato a seguire la serie TV Outlander (ho anche un tatuaggio a tema!), quindi quando sono partita da Edimburgo ho sentito l’adrenalina scorrermi nelle vene e non vedevo l’ora di iniziare il mio tour delle Highlands! Edimburgo è una città, e per quanto nuova, sapevo più o meno cosa aspettarmi, mentre le Highlands erano una novità assoluta, e il primo impatto con lo Scone Palace mi ha dato solo un assaggio di tutta la meraviglia che avrei visto nei giorni seguenti.

Le Highlands sono disseminate di palazzi e castelli, alcuni ancora abitati e attivi, come questo, altri quasi totalmente distrutti, e nel mio giro ho voluto includerne il più possibile. Amo le dimore storiche perchè raccontano una storia affascinante e persa nel tempo e quando viaggio cerco sempre di visitare castelli, rocche e palazzi, quindi lo Scone Palace non potevo proprio lasciarmelo sfuggire!

Scone Palace

Lo Scone Palace è uno dei siti storici più importanti di tutta la Scozia e si trova a Perth. Per quasi 1000 anni qui sono stati incoronati i sovrani scozzesi, e rappresenta uno dei migliori esempi dello stile gotico georgiano nel Regno Unito. Da 400 anni i proprietari dello Scone Palace sono i Conti di Mansfield. L’attuale Conte, parlando del Palazzo, dice che da quando la sua famiglia vive lì, Scone “ha rappresentato molte cose per molte persone”

Scone Palace dal vialetto di ingresso
Scone Palace dal vialetto di ingresso

Qui si sono svolte numerose cerimonie di Stato e hanno avuto luogo eventi importantissimi e l’impatto che si ha quando dal parcheggio si arriva al vialetto che conduce all’ingresso è semplicemente spettacolare: wow! A me ha ricordato un pò Downton Abbey (sì lo so, sono malata di serie TV!), con quel suo giardino ampio e verdissimo a circondare questa dimora enorme e prestigiosa.

Un pò di storia

Nonostante i romani ci abbiano provato, non sono mai riusciti a sconfiggere i Pitti, o “uomini pitturati”, che vivevano nella zona dove ora sorge lo Scone Palace. A riuscirci furono invece i seguaci di San Columba però, che agli inizi del VII secolo si insediarono qui. Si pensa che la Pietra del destino, o Pietra di Scone, sia stata portata qui dal re scozzese Kenneth MacAlpin verso la metà del IX secolo, e posizionata dove si trova ancora oggi (più o meno, questa è una riproduzione). La leggenda vuole che sulla Pietra del destino siano stati incoronati, da allora in poi, tutti i sovrani scozzesi fino a Giacomo IV.

Attorno a questa pietra fu tenuto il primissimo concilio reale, nel 906, precursore dei grandi parlamenti medievali, che impose le leggi scozzesi dei successivi 450 anni. Essendo posizionato al centro del regno scozzese, Scone divenne il fulcro delle lotte di potere: qui regnarono Macbeth e il suo nemico mortale Malcolm nell’XI secolo, Robert Bruce fu incoronato qui con il sangue del suo rivale ancora caldo sulle proprie mani e durante l’invasione inglese la Pietra del destino è stata rubata e portata a Westminster.

Cappella e Pietra del destino
Cappella e Pietra del destino

Scone fu un centro molto importante anche durante il medioevo, e nel 1114 Alessandro I fondò qui un priorato vicino alla collinetta dove si trovava la Pietra del destino. Successivamente il priorato divenne un’abbazia e il luogo d’incoronazione dei re scozzesi. Il primo re ad essere incoronato qui fu Alessandro III nel 1249 e l’ultimo fu Giacomo IV nel 1488. Con lui il seggio del potere si spostò a Holyrood Palace, a Edimburgo. 

L’abbazia di Scone fu rasa al suolo da un incendio verso la metà del 1500 e ricostruita un paio di decenni dopo. Nel 1600 la proprietà dello Scone Palace passò dai Gowrie ai Murray, la grande famiglia da cui gli attuali Conti di Mansfield discendono.

L’aspetto gotico del Palazzo venne dato dal terzo Conte di Mansfield, che a inizio del 1800 fece ricostruire l’edificio medievale trasformandolo nel Palazzo che vediamo oggi. Nel 1842 lo Scone Palace ospitò la Regina Vittoria nel suo giro nelle Highlands scozzesi e successivamente, nei tempi moderni, fu spesso visitato sia dalla Regina Elisabetta II che da sua madre, amica d’infanzia dell’allora Conte. Tra gli ospiti illustri figura anche l’Imperatore del Giappone!

Scone Palace
Scone Palace

Scone Palace oggi

La famiglia Mansfield vive ancora all’interno del Palazzo, ecco perchè solamente una parte dell’intera proprietà è visitabile. La famiglia ha deciso di mantenere Scone Palace un luogo aperto al pubblico e di curare i suoi dintorni per preservare un vero e proprio testamento vivente dell’eredità della Scozia, e lo fa molto bene! Una cosa che mi ha colpito molto è stato vedere le fotografie private della famiglia esposte all’interno del Palazzo…ma te ne parlo meglio più avanti!

Qualche curiosità

Quando si pensa ai grandi conflitti e alla storia travagliata tra Scozia e Inghilterra, si pensa a lotte sanguinose e battaglie violente, ma la storia dello Scone Palace fa vedere come le ostilità possano passare anche attraverso prese di posizione meno aggressive. Giacomo I, nella sua lotta contro l’Inghilterra, ha deciso proprio a Scone di bandire il calcio dalla Scozia, sostituendolo con il tiro con l’arco. 

Prendendo esempio da lui, suo figlio Giacomo II bandì il golf per le stesse motivazioni di sospetto verso gli inglesi. Conoscere queste curiosità mi diverte sempre moltissimo, perchè fa vedere un lato della storia che non viene tramandato ma che è esistito e che ha impattato, in qualche modo, sullo stile di vita della popolazione.

Che ci fa Excalibur a Scone Palace?
Che ci fa Excalibur a Scone Palace?

Visitare lo Scone Palace

Visitare lo Scone Palace porta via più o meno un paio d’ore, ma anche un pò di più se si vogliono girare i giardini nella loro interezza! Lo spazio esterno è davvero enorme e se è una bella giornata la tentazione di fermarsi sulle panchine al sole, o all’ombra degli altissimi alberi è davvero tanta!

Nelle sale interne del Palazzo non si possono fare fotografie, e in ogni ambiente si trovano dei fogli A4 plastificati in 6 lingue che danno una spiegazione abbastanza approfondita della stanza che si sta visitando. Questa è una cosa che io apprezzo sempre molto, perchè preferisco leggere che ascoltare le audioguide!

Il palazzo

Le sale di rappresentanza sono meravigliose e hanno quel tocco di modernità che prova che sono ancora vive, e non fossilizzate nel passato. Esposte ci sono collezioni di porcellane, mobili di pregio provenienti da ogni parte del mondo e persino animali impagliati. Mi hanno colpito tantissimo la collezione di cartapesta e quella di orologi stravaganti!

Le stanze che si visitano sono sia pubbliche che private, e c’è una stanza che a suo tempo fu dedicata alla Regina Vittoria, in occasione della sua visita al Palazzo. Nei corridoi sono presenti statue e tantissime foto, sia datate che più recenti, che ritraggono la vita della famiglia Mansfield: i matrimoni, i battesimi, le feste di compleanno e tanti ricordi di famiglia. L’ho trovata una cosa molto bella far vedere che anche i Conti di Mansfield sono persone vere, con Natali, regali, pianti e gioie come tutti noi!

Scone Palace ingresso palazzo
Scone Palace ingresso palazzo

Ci sono un’infinità di quadri e suppellettili di ogni genere, ma tra tutti quello che mi ha colpito è il ritratto della Regina Carlotta, sì, proprio quella della serie TV Bridgerton!

Le serie TV ispirate alla storia sono in assoluto le mie preferite, ed è solo da poco che mi sono imbattuta nella storia della Regina Carlotta, inconfondibile tra tutti gli altri reali per il suo ritratto controverso e dibattuto. Quello che divide è il suo aspetto: una carnagione chiara, ma non bianca e incipriata, e i lineamenti marcati tipici delle persone di colore.

Storicamente non ci sono prove che dimostrino se la Regina fosse nera oppure no, ma dato il suo albero genealogico la probabilità di una carnagione decisamente più scura della norma dell’epoca non è da escludere. Il suo ritratto è stato reso più bianco per allinearsi allo standard di quegli anni, oppure la Regina aveva solamente dei tratti molto marcati? 

Questi interrogativi mi affascinano da morire, e mi affascina ancora di più immaginare che una regina di colore abbia realmente seduto sul trono d’Inghilterra in un’epoca in cui le donne e le persone di colore non erano considerate “al pari” degli uomini bianchi! Vedere dal vivo il suo ritratto mi ha rimandato a una storia nota, e mi ha emozionato. 

Gli alberi altissimi di Scone Palace
Gli alberi altissimi di Scone Palace

Non sapevo fosse esposto qui e trovarmelo davanti mi ha sorpreso e non ho resistito, ho chiesto informazioni ad un addetto, il quale mi ha detto che la Regina Carlotta è stata molto amata nella sua epoca e su di lei non si sa molto a dirla tutta. Secondo lui era nera, ed è proprio questo a renderla uno dei personaggi nascosti della storia più affascinanti!

I giardini e il labirinto

Attorno al palazzo si estendono più di 100 acri di terreno semplicemente magnifici. Di fronte al Palazzo c’è una piccola cappella e davanti è collocata la Pietra del destino (è una riproduzione, quella originale si trova nel Castello di Edimburgo insieme ai gioielli reali), dove i re Scozzesi sono stati incoronati per circa 1000 anni.

Passeggiando nel verde ci si può perdere se non si fa attenzione all’orologio: ci sono viali enormi, alberi altissimi e angoletti nascosti meravigliosi. La parte più divertente e immancabile però è il labirinto, ma attenzione, qui ci si perde per davvero! 

Murray Star Maze
Murray Star Maze

Il labirinto, chiamato Murray Star Maze è un labirinto a forma di stella (come suggerisce il nome) realizzato con più di 2000 faggi, e nonostante ci sia un cartello ben visibile all’ingresso che permette di sapere in anticipo dove andare per non perdersi e ritrovare l’uscita…io e Raffaele siamo riusciti a incastrarci lo stesso!

Dopo le prime 4 svolte abbiamo perso la direzione e ogni strada era uguale alla precedente, procedevamo letteralmente alla cieca e se inizialmente ci stavamo divertendo, dopo un pò ho iniziato a pensare che saremmo rimasti lì fino a chiusura! Per fortuna Raffaele è molto alto, per cui dai suoi quasi 2 metri di altezza è riuscito a individuare almeno la direzione da seguire, ritrovando l’ingresso. Non abbiamo azzeccato la strada giusta, ma abbiamo trovato un buco nella siepe e siamo usciti dall’entrata…vale lo stesso?

Scone Palace orari e biglietti

Ecco le info pratiche che ti saranno utili per visitare Scone Palace. Il Palazzo e i giardini sono aperti tutti i giorni tranne in giornate particolari a causa di eventi privati della famiglia Mansfield, dalle 10.00 alle 17.30 e l’ultimo ingresso è consentito alle 16.00.

Per avere notizie aggiornate e le date dei prossimi eventi privati, e quindi di chiusura del Palazzo, consiglio di visitare il sito ufficiale.

Excalibur
Excalibur

Per visitare Scone Palace ci sono diverse soluzioni di ingresso, per esempio puoi visitare sia il Palazzo che i giardini per £17.50, oppure solo i giardini per £11. Sono previsti sconti per bambini, famiglie ecc.

Io ti consiglio di acquistare i biglietti in anticipo, perchè Scone Palace è uno dei siti più visitati della Scozia, quindi è meglio non correre il rischio di arrivare e trovare un sold-out, o code lunghissime alla biglietteria!

Come arrivare allo Scone Palace

Lo Scone Palace si trova a due miglia a nord di Perth, ed è raggiungibile in auto (metodo consigliato), in treno e in bus

Arrivando in macchina si accede a un lungo viale fiancheggiato da un meraviglioso prato all’inglese e si può lasciare la macchina nell’ampio parcheggio antistante il Palazzo (il parcheggio è gratuito). Noi siamo partiti da Edimburgo e per arrivare qui ci abbiamo messo circa un’ora e mezza.

Scone Palace, grazie!
Scone Palace, grazie!

Se si vuole arrivare in treno invece si deve sapere che la stazione ferroviaria di Perth è la più vicina, e si trova a 3 miglia di distanza. Da qui si può prendere facilmente un taxi, che in pochi minuti ti porterà a destinazione.

Per chi sceglie di arrivare in autobus da Perth invece, le linee tra cui scegliere sono la 3, che parte da South Street, oppure la 58, che parte dalla stazione degli autobus di Perth o Kinnoull Street.

Un consiglio generico che do, è di noleggiare un’auto quando si vuole girare per la Scozia, perchè le distanze sono considerevoli e sarebbe un pò disagevole farle coi mezzi pubblici. Si perderebbe un sacco di tempo e si avrebbe meno libertà di movimento!

Un luogo fuori dal tempo

Visitare lo Scone Palace mi è piaciuto tantissimo, e mi ha dato la sensazione di trovarmi in un luogo senza tempo, sospeso e isolato da tutto il mondo intorno. Qui ho avuto tanti input diversi, dal ritratto della Regina Carlotta che mi ha riportato alle serie TV e ai personaggi storici e romanzati che amo tanto, alle foto private della famiglia Mansfield, che mi hanno trasmesso un senso di normalità che raramente provo quando visito questi posti, fino al labirinto, dove ci siamo persi e abbiamo riso come non mai!

Passeggiare nei giardini è stato rilassante e pacifico, inoltre c’erano pochissime persone quindi raramente abbiamo incrociato qualcuno, e ci siamo sentiti i re del posto! Mi sono seduta sulla Pietra del destino, ho finto di estrarre una Excalibur piazzata in posizione strategica per le foto e ho camminato in corridoi ricoperti di quadri e dipinti con spessi tappeti sul legno antico dei pavimenti e mi sono sentita più vicina a questa realtà che tanto mi affascina e mi intriga.

Relax a Scone Palace
Relax a Scone Palace

Non mi aspettavo una visita così completa e ricca, sono sincera! Anche se gli interni non sono né i più belli che ho visitato e i giardini non sono i più colorati o i più fantasiosi del mondo, a me questo Palazzo è proprio piaciuto! 

Pur controvoglia, perchè avrei voluto girare molto più i giardini, siamo andati via e abbiamo proseguito il nostro viaggio in Scozia. Lo Scone Palace ci ha dato il benvenuto nelle Highlands, e posso dirti che la meraviglia è solo all’inizio! Oltretutto, a Scone Palace è stata l’ultima volta in cui abbiamo trovato un sole pieno, e ci siamo addirittura sventolati, dopodichè abbiamo avuto esperienza anche del famoso meteo scozzese.

Se non l’hai ancora fatto, recupera gli articoli su Edimburgo e scopri tutto quello che c’è da sapere sulla Scozia, in questa sezione trovi tutto quanto! Fammi sapere nei commenti se ti è piaciuto l’articolo e raccontami la tua esperienza in questo Palazzo nelle vicinanze di Perth!

Seguimi su Instagram e vai a vedere tutti i miei contenuti sulla Scozia, li trovi nelle storie in evidenza.

Al prossimo viaggio,

Erika

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *