Visitare Edimburgo in 2 giorni

Visitare Edimburgo in 2 giorni: itinerario a piedi

Durante il mio viaggio in Scozia ho scelto di visitare Edimburgo in 2 giorni. Edimburgo è una città affascinante, a tratti mistica, ed è stata il punto di partenza del mio tour della Scozia in 8 giorni

Leggi fino in fondo per scoprire l’itinerario di 2 giorni a Edimburgo che ho seguito e tutto quello che c’è da sapere: come muoversi a Edimburgo, dove mangiare e cosa vedere a Edimburgo.

Cosa vedere a Edimburgo

Visitare Edimburgo in 2 giorni è un’impresa un pò impegnativa, in quanto la città meriterebbe più tempo! Di seguito ti dirò cosa vedere a Edimburgo in 2 giorni, dove mangiare a Edimburgo, come muoversi a Edimburgo e che itinerario seguire per scoprire la città a piedi. Tra le città che puoi visitare in Europa in un weekend, questa è sicuramente una delle mie preferite, e in questo articolo ti spiego perchè.

Il Castello di Edimburgo e Holyrood Palace

Di Edimburgo non si possono assolutamente perdere le due attrazioni più famose: il Castello di Edimburgo e Holyrood Palace. Fortezza e sede museale il primo, e residenza reale il secondo, questi due edifici rappresentano il cuore dell’interesse turistico, storico e culturale di Edimburgo, e sono immancabili in qualsiasi tipo di itinerario della città.

Si trovano ai due capi opposti del Royal Mile ed è consigliabile per entrambi prenotare il biglietto in anticipo, poichè agli ingressi si possono creare file non indifferenti. Io ho visitato prima il Castello e, a fine giornata, Holyrood Palace per una questione logistica: i biglietti del Castello richiedono la prenotazione di una fascia oraria, e la mattina solitamente si trova meno gente che nelle ore centrali della giornata; i biglietti di Holyrood invece sono aperti, e quello che si prenota è solo la data di ingresso.

Castello con vista
Visitare Edimburgo in 2 giorni – Castello di Edimburgo

Si tratta di due edifici che hanno fatto la storia di questo paese, oltre che della città, e sicuramente quelli che attirano più turisti, quindi il mio consiglio è quello di partire da loro per pianificare di visitare Edimburgo in 2 giorni. Se vuoi avere informazioni più dettagliate, scoprire gli orari di apertura e saperne di più, potrebbero interessarti i due articoli sul Castello di Edimburgo e su Holyroodhouse.

Musei

A Edimburgo ci sono molti musei, di tutti i tipi, ma quello che li accomuna più o meno tutti è il loro accesso gratuito, che mi ha lasciato positivamente sorpresa! Ci sono molte cose da fare e vedere gratuitamente in città, e i musei sono sicuramente nella lista dei luoghi must!

In particolare consiglio di visitare la Scottish National Gallery e il Museo Nazionale di Scozia.

La Galleria Nazionale Scozzese è la galleria d’arte più importante della città ed è una delle “piccole collezioni” più interessanti del mondo: qui si trovano opere di Leonardo, Tiziano, Raffaello, Rembrandt, Van Gogh e molti altri!

Il Museo Nazionale di Scozia invece racconta la storia scozzese attraverso un percorso cronologico fatto di più di 10.000 oggetti. Il museo ha 6 piani, e all’ultimo piano c’è una terrazza panoramica da cui si può guardare la città dall’alto e godere di una vista eccellente. Visto che non amo particolarmente i musei, ho deciso di escludere il Museo Nazionale di Scozia dal mio itinerario di 2 giorni a Edimburgo, proprio per via delle tempistiche ristrette, ma se avessi avuto più tempo a disposizione lo avrei sicuramente visitato!

Visitare Edimburgo in 2 giorni: itinerario a piedi
Visitare Edimburgo in 2 giorni – Victoria Street dall’alto

Strade e piazze

Quello che rappresenta la grande ricchezza di Edimburgo secondo me sono le sue strade e le sue piazze, perchè solo camminando nei closes e nelle courts si può realmente entrare nella vita vera della città. L’architettura gotica, i vicoli stretti, le abitudini scozzesi si vivono nelle strade, e girovagando per la città si possono incontrare innumerevoli chicche e luoghi interessanti, come Victoria Street, i luoghi di Harry Potter e JK Rowling, i giardini pubblici e chi più ne ha più ne metta.

Attraversando il Royal Mile si passeggia nella storia scozzese, tra la città vecchia e la città nuova, nelle sue vicende e nelle sue vicissitudini. Una via che è un vero e proprio cuore pulsante. La nominerò spesso perchè nel mio itinerario di 2 giorni a Edimburgo ci sono passata un sacco di volte!

I panorami

Last but not least, Edimburgo è una delle città dove si ammirano i panorami più belli in assoluto, e se vuoi approfondire, ho scritto un articolo proprio su questo argomento! I due punti panoramici più noti e famosi sono Calton Hill e Arthur’s Seat, entrambi fenomenali e raggiungibili a piedi, ma anche dal Castello e dall’ultimo piano della Cambera Obscura si possono ammirare delle viste niente male.

Questi non me li sono voluti perdere, e sono andata a visitarli entrambi. Il mio preferito è stato Calton Hill: ho amato i monumenti e la vista privilegiata sulla città, che sembra davvero vicinissima ed è tutto ben visibile! Inutile dire che non volevo più andar via, e che ho fatto un numero spropositato di foto!

Arthur's Seat vetta
Visitare Edimburgo in 2 giorni – Arthur’s Seat vetta

Itinerario di 2 giorni a Edimburgo

Per il mio itinerario di 2 giorni a Edimburgo sono stata costretta a dividere le cose da vedere in base all’orario del volo di arrivo, che nel primo giorno mi ha lasciato solamente una parte di pomeriggio a disposizione. Per riuscire a completare il mio itinerario di 2 giorni a Edimburgo mi sono organizzata con i pranzi al sacco, che ho preparato direttamente da Roma, per evitare di fare la spesa qui in città. Per le cene invece ho scelto di provare la cucina locale, ma te ne parlerò più approfonditamente più avanti, no spoiler!

Primo giorno: arrivo a Edimburgo

Il mio primo giorno in Scozia inizia con l’arrivo a Edimburgo nel pomeriggio. Tra l’arrivo in aeroporto, lo spostamento e il resto, si sono fatte le 18, quindi appena arrivata in centro ho subito lasciato le valigie in hotel e sono partita alla volta della città: sapevo che visitare Edimburgo in 2 giorni sarebbe stato un soffio, e non ho voluto perdere nemmeno un secondo.

Tra le cose da sapere prima di partire per la Scozia, rientra l’orario dei pasti, che qui è decisamente anticipato rispetto ai nostri standard: si cena tra le 18 e le 20.30! Essendo a conoscenza di questa cosa quindi, mi sono diretta verso il Royal Mile, dove ho scelto di cenare al N.1, un locale tipico di High Street. Arredamento in legno, pinte di birra in ogni dove e tavolini rotondi: una gioia per gli occhi!

La mia cena a base di fish&chips è stata decisamente soddisfacente! Scegliere dove mangiare in Scozia è stato un pò complicato, non tanto per la quantità delle proposte, quanto per il tipo di cucina, che fritto a parte, non mi fa proprio impazzire, quindi essere uscita con lo stomaco pieno e appagato per me è stato un gran risultato!

Camera Obscura

Per il dopo cena, dato che prevedevo di arrivare a ridosso di questo orario, ho prenotato un ingresso alla Camera Obscura, uno dei posti più divertenti in cui sia mai stata!

Sarò sincera, ho dovuto rileggere più volte le informazioni online su cosa vedere a Edimburgo prima di capire realmente cosa fosse questo posto, perchè mi sembrava troppo assurdo! Questa è l’attrazione più antica della città, e si trova all’interno dell’Outlook Tower, nelle vicinanze del Castello di Edimburgo. 

Si tratta di un museo delle illusioni e contemporaneamente di una sorta di Grande Fratello, che con il suo occhio scrutatore vigila e “spia” le strade di Edimburgo. La Camera Obscura si trova al quinto e ultimo piano dell’edificio, mentre sugli altri 4 piani si sviluppa il museo, dove si trovano specchi deformanti, sfere elettriche, caleidoscopi, ologrammi e tanto altro.

La visita qui è stata divertentissima: ho camminato in un vortex con la testa che girava fortissimo, mi sono persa nel labirinto degli specchi, ho toccato e provato gran parte degli oggetti esposti facendoli muovere, ho visto illusioni ottiche e riso tanto, tantissimo!

Terminata la visita ho ripercorso il Royal Mile e sono tornata in hotel, a dormire per ricaricare le batterie in vista della seconda giornata in città che, lo dico in anticipo, sarà davvero intensa!

Secondo giorno: Old Town

Il secondo giorno a Edimburgo inizia abbastanza presto: colazione e poi subito in giro!

Princes Street, Scott Monument e Princes Street Gardens

La prima tappa della mattinata è lo Scott Monument, che raggiungo percorrendo Princes Street direttamente dal mio hotel. Questo monumento in stile gotico vittoriano si trova nei Princes Street Gardens ed è un omaggio all’autore scozzese Walter Scott. Si tratta del secondo monumento più grande al mondo ad essere dedicato ad uno scrittore (il più grande si trova a L’Avana ed è dedicato a José Martì).

Princes Street Gardens
Vista sullo Scott Monument dai Giardini di Princes Street

La torre dello Scott Monument è alta 61 metri e dispone di diversi livelli di osservazione, che si possono raggiungere con delle scale a chiocciola. Il punto più alto è raggiungibile con 287 gradini, ma visti i tempi stretti purtroppo non sono riuscita a salire.

Vista la vicinanza con il Castello di Edimburgo, per cui avevo prenotato un biglietto alle 10.30, ho scelto di visitare il monumento a Scott di prima mattina, passando prima per Princes Street e poi facendo un veloce giro nei giardini omonimi. La giornata sarà lunga e intensa, e per quanto volessi trattenermi di più, sono andata verso la tappa successiva.

Castello di Edimburgo

La visita al Castello di Edimburgo è stata superba! Il Castello è l’emblema della città di Edimburgo, e domina la capitale scozzese dall’alto, regalando anche uno dei panorami più belli della città!

Il Castello di Edimburgo è arroccato su un vulcano estinto e il suo valore a livello nazionale è immenso (fa parte della Edinburgh’s World Heritage Site). In passato è stato una fortezza e dimora di sovrani e al suo interno si trova la piccola cappella di St. Margaret, l’edificio più antico della città, risalente al 1100, dove se ci si chiama “Margaret” ci si può anche sposare gratis!

Castello panorama
Itinerario di 2 giorni a Edimburgo – Vista dal Castello

La visita inizia dalle mura interne, dove è possibile vedere un cannone del ‘500 che sparava palle pesantissime anche fino a 3 km di distanza! Oltre alla cappella poi ci sono diverse esposizioni, collocate in punti diversi della struttura, tutte molto interessanti: il Museo Nazionale Scozzese della guerra, il Memoriale di Guerra Nazionale Scozzese, la Stanza della Corona e le prigioni.

Proprio queste ultime ho trovato particolarmente interessanti e suggestive, mi hanno dato i brividi. Poi, alla fine di tutto, come ciliegina sulla torta, si può ammirare un panorama bellissimo sulla città!

Visitare il Castello porta via circa 2 ore, perchè le sezioni da esplorare sono tante e molto interessanti, ed è una visita che non si può proprio perdere. Io consiglio di visitare il Castello come primissima cosa, possibilmente all’apertura, perchè nel mezzo della giornata la folla è davvero tanta e la visita può diventare complicata (io non amo visitare i luoghi affollati, e cerco sempre di evitare le ore di punta!).

Scottish National Gallery

Quella alla Scottish National Gallery è stata una visita velocissima, perchè purtroppo il piano superiore era chiuso per dei lavori. Quello che mi è piaciuto di più è stato il silenzio: si entra qui e sembra di entrare in un universo dove non ci sono suoni, ma tutta l’attenzione è data agli occhi. Le opere sono sensazionali, e la visita si svolge in tranquillità.

Visitare Edimburgo in 2 giorni
Itinerario di 2 giorni a Edimburgo – Scottish National Gallery

Subito dopo la visita, visto che ha preso meno tempo del previsto, io e Raffaele abbiamo deciso di fermarci a pranzare nei giardini di Princes Street, sedendoci sul prato a mangiare i nostri panini. C’era un sole tiepido che faceva capolino, e pranzare qui è stato davvero bello, e non ho potuto non pensare che sarebbe bello fare questo tipo di cose anche a casa mia, ma purtroppo la manutenzione dei giardini pubblici non è nemmeno lontanamente comparabile!

Qui tutto è pulito, non c’è una cartaccia nemmeno a cercarla e tutti sono rispettosi del verde e delle aree pubbliche, sembra un paradiso! Per non parlare dell’educazione delle persone: nessuno schiamazzo o fastidio ad altri, pur rimanendo un luogo di svago e divertimento!

Royal Mile

Dopo pranzo, rifocillata dalla mangiata, sono andata ad esplorare un pò le strade di Edimburgo, e l’ho fatto percorrendo il Royal Mile e prendendo ogni volta un traversa diversa, per sbirciare in tutti gli angoli!

La prima tappa è stata Victoria Street, che è la via che ho preferito in assoluto di tutta la città! Qui è dove JK Rowling ha preso ispirazione per creare Diagon Alley, e l’atmosfera che si respira è tangibilissima, proprio come nei libri e nei film: allegra, leggera, colorata e frenetica. Qui ci sono tanti negozi a tema magico, ma quello più bello in assoluto è quello dedicato proprio a Harry Potter, dove mi sono letteralmente persa (ma per non dilungarmi troppo qui, te ne parlo in un articolo che ho dedicato ai luoghi di Harry Potter in Scozia!)

Alla fine di Victoria Street c’è Grassmarket, una piazza vivace e sempre piena di gente dove mangiare, passare il tempo e fare acquisti. Questa piazza è la naturale prosecuzione di Victoria Street e anche qui ci sono edifici vittoriani dai mattoni scuri alla cui base si trovano negozi e attività commerciali coloratissime, dove la gente è di buon umore e gli artisti di strada si esibiscono ogni 10 metri!

Grassmarket
Cosa vedere a Edimburgo – Grassmarket

Alla fine della piazza c’è anche un ottimo ristorante, ma te ne parlerò più avanti!

La mia esplorazione del Royal Mile prosegue con la Cattedrale di St. Giles, una meravigliosa cattedrale gotica ad ingresso gratuito che mi è piaciuta tantissimo, anche se non è grande come altre che ho visitato nel corso degli anni. A pochi passi da lì poi, ci sono le impronte di JK Rowling, impresse nel 2008, dove mi sono diretta subito dopo!

Ho proseguito a camminare lungo il Royal Mile tra negozi di souvenir, musica, spettacoli con animali e gente vestita in modo stravagante. Questa via è uno spettacolo: è viva, è pulsante, è una storia a sè. E porta anche alla prossima tappa di questo itinerario a piedi di Edimburgo: il Palazzo di Holyrood.

Holyrood Palace

Dopo tutto questo girovagare, arrivo alla fine del Royal Mile e delle sue bellezze e mi trovo di fronte all’ingresso di Holyrood Palace, che in realtà viene chiamato Holyroodhouse, essendo tuttora abitato dalla famiglia reale.

Questa residenza è tra le preferite dei reali inglesi, grazie alla sua location suggestiva e sensazionale a due passi dal centro ma riparata dai forti venti scozzesi. Era noto a tutti l’amore di Elisabetta II per questo Paese, ma oltre a lei qui hanno vissuto molti altri personaggi importanti della storia, come ad esempio Maria Stuarda

Holyroodhouse
Cosa vedere a Edimburgo – Holyroodhouse

Sulla sua vita ho letto un libro interessantissimo scritto da Philippa Gregory, in cui viene descritta alla perfezione la sua permanenza a Holyrood, ed ero davvero curiosa di vedere con i miei occhi i luoghi della sua reclusione! Purtroppo all’interno del Palazzo non è possibile fare foto, ma sono davvero magnifici. Non si tratta di ambienti particolarmente ricchi ed elaborati, ma la spettacolarità sta nella loro semplicità: anche qui regnano il legno, i tendaggi pesanti e i grossi quadri di personaggi importanti.

Molto belli sono anche i giardini, curati e perfetti come tutti i giardini inglesi! La visita di Holyrood prende più o meno un’ora di tempo, ma se si ascoltano tutte le tracce dell’audioguida si arriva tranquillamente a due ore!

Arthur’s Seat

Già da Holyrood Palace si può vedere questa enorme collina che sovrasta la città. Per arrivare in cima ci sono ben 5 percorsi diversi tra cui poter scegliere (te li racconto nel dettaglio qui), e io ho scelto quello più semplice, sia perchè la tempistica era abbastanza ristretta, impiegando circa 25 minuti per salire fino alla sommità e altrettanti per riscendere.

La salita non è stata complicata, e la vista era a dir poco unica: 360 gradi di meraviglia! Da qui alle spalle si ha la collina e davanti la città che si estende a perdita d’occhio e, non essendo salita sulla parte più alta, si vede anche abbastanza da vicino.

Avrei voluto salire ancora più su, ma tra l’ansia dell’orario della cena che si stava avvicinando e l’altro panorama ancora da vedere, ho preferito non rischiare e mi sono “accontentata” di questa vista, che ho trovato comunque spettacolare!

Calton Hill

Calton Hill vista
Itinerario di 2 giorni a Edimburgo – Calton Hill vista

Da Arthur’s Seat, con una passeggiata di circa 40 minuti sono arrivata in cima alla Calton Hill e ho ammirato il panorama più bello su Edimburgo! 

Calton Hill si trova alla fine di Princes Street, e qui ci sono diversi monumenti, che le hanno reso il soprannome di “Atene del nord”: il Monumento Nazionale (rende omaggio ai caduti nelle Guerre Napoleoniche), l’Osservatorio astronomico e il Monumento a Nelson (eretto dopo la sua morte nella Battaglia di Trafalgar). Non voglio dilungarmi troppo, ma se vuoi avere più info su Calton Hill, leggi l’articolo dedicato!

Salire su Calton Hill è stato un sogno, peccato per la quantità di persone! Essendo salita verso l’orario del tramonto era prevedibile, ma con i colori che iniziano ad ammorbidirsi e le luci che virano nelle sfumature del giallo e dell’arancio è una poesia, e non si può scegliere momento migliore.

Essendo agosto, il tramonto al suo culmine non ho potuto vederlo, ma ho visto un accenno, e posso solo immaginare cosa sia questo posto tinto di rosso! Meraviglia pura!

Dopo aver fatto un miliardo di foto, purtroppo il mio tempo su Calton Hill volge al termine, e mi dirigo verso la cena, e torno in Grassmarket! Per la seconda cena ho scelto Cold Town House, un posto carinissimo dove ho mangiato un buonissimo cheeseburger, con sottofondo di musica scozzese e luci colorate!

Info utili per visitare Edimburgo in 2 giorni

Veniamo ora alle informazioni pratiche, quelle utili per riuscire a visitare Edimburgo in 2 giorni e quelle da sapere per vivere questa città meravigliosa al meglio.

Come muoversi a Edimburgo

Partiamo da come muoversi a Edimburgo, e nello specifico da come si arriva in centro città dall’Aeroporto. Come per tutti i principali aeroporti, ci sono diverse opzioni tra cui si può scegliere: tram, bus, treno e ovviamente i transfer privati. 

Il modo più semplice e veloce (quello che ho usato io) è il bus diretto, chiamato Airlink 100. In circa 30 minuti questo bus arriva in centro città, ed è attivo h24, con corse ogni 10 minuti. La fermata si trova di fronte all’uscita dell’area Arrivi, non ci si può proprio sbagliare. Il biglietto di sola andata costa $4.50 e quello di andata e ritorno $8.00, e si può acquistare sia online che in loco, o dall’autista o all’ufficio informazioni nell’area Arrivi o anche al chiosco della compagnia dei bus Lothian. 

Victoria Street
Come muoversi a Edimburgo – Victoria Street

Il tram effettua corse ogni 7 minuti da e per il centro, e la tratta dura in totale una 30ina di minuti, rappresentando una buona alternativa al bus. Il servizio è attivo dalle 6.18 alle 22.48 e il prezzo del biglietto è di £5.50 per singola tratta, oppure di £8.50 per andata e ritorno.

Quello che sconsiglio di scegliere sono i treni, in quanto si possono prendere solamente dalle stazioni centrali di Edimburgo, dove si deve obbligatoriamente arrivare con un tram. Ugualmente, sconsiglio i transfer privati e i taxi a meno che non si viaggi con bagagli particolarmente pesanti e ingombranti, che renderebbero l’uso dei mezzi pubblici disagevole.

Bus e tram sono ben collegati, ben funzionanti ed economici, e secondo me rappresentano la migliore opzione per raggiungere Edimburgo dall’Aeroporto.

Come muoversi a Edimburgo una volta che si sono lasciati i bagagli all’alloggio? Assolutamente a piedi! Il centro città racchiude tutte le principali attrazioni e le distanze non sono per niente impegnative, quindi è facile e piacevole muoversi da un punto di interesse all’altro e nel frattempo ammirare la città! Inoltre, il traffico qui è intenso, quindi si impiega meno ad andare a piedi che in bus.

Ovviamente, per decidere di visitare Edimburgo in 2 giorni senza l’utilizzo di mezzi di trasporto è necessario alloggiare in centro, ma questo non rappresenta un problema in quanto gli alloggi non mancano e tutte le zone sono adatte e sicure: non ce n’è una nettamente migliore o peggiore delle altre, quindi c’è un’ampia scelta!

Dove mangiare a Edimburgo

Come in ogni città straniera, la scelta per dove mangiare a Edimburgo e delle migliori location per pranzi e cene può essere complessa, vista l’enorme proposta che ci si trova di fronte. Io ho mangiato da N.1 e Cold Town House e in entrambi mi sono trovata bene: il primo più tradizionale e il secondo più moderno.

Fish and chips
Fish and chips al N.1

Se cerchi qualche altra idea, ecco i luoghi più gettonati dove mangiare a Edimburgo.

The Witchery by the Castle è il ristorante più famoso dell’intera Scozia e il suo cortile interno è una vera bomboniera: un giardino segreto squisito, che si può sbirciare già dal portone che si trova vicino al ristorante!

The Tower è un ristorante che lascia a bocca aperta sia per il suo cibo invitante, che per la meravigliosa terrazza sul tetto, che offre una vista mozzafiato sulla città! Si trova vicino al Royal Mile nella parte vecchia della città ed è molto frequentato dai turisti, ma non è sicuramente uno di quei “posti trappola”, anzi!

Edimburgo: la porta della Scozia

Per me visitare Edimburgo in 2 giorni è stato un preludio suggestivo e promettente di quello che sarebbe stato il resto del mio viaggio in Scozia, tra le Highlands e l’Isola di Skye. Edimburgo è una città che mi rimarrà nel cuore per sempre per la sua autenticità, la sua cultura millenaria e la sua storia così controversa e travagliata.

Questo itinerario di 2 giorni a Edimburgo mi ha fatto venir voglia di scoprire di più, ma allo stesso tempo mi ha permesso di capire la vera essenza di questa città. Ho amato i panorami, passeggiare per il Royal Mile, sbirciare la vita dei reali all’interno di Holyrood Palace e scoprire la storia della città visitando il Castello.

Visitare Edimburgo in 2 giorni: itinerario a piedi

Ho fortemente voluto questo viaggio, e Edimburgo è stata una prima tappa perfetta! Questo itinerario di 2 giorni a Edimburgo non mi ha fatto vedere tutto quanto, ma quello che ho visto è stato sufficiente per far entrare questa città tra le mie top 5! 

Ho trovato una città moderna e antica, ammantata di misteri, infestata da fantasmi e ricoperta di magia. Ho adorato scoprire il lato low cost di Edimburgo, con tutte le sue cose da fare gratuitamente, e andare alla ricerca dei luoghi di Harry Potter, la mia saga preferita.

Se l’articolo ti è piaciuto e lo hai trovato utile, fammelo sapere con un commento, e dimmi la tua su questa città così particolare, ti aspetto!

Che dire…Edimburgo è una città meravigliosa e penso che troppo spesso viene sottovalutata! Il mio viaggio in Scozia però non si ferma qui: seguimi su Instagram e leggi tutti gli articoli che ho scritto su questo paese immenso e fantastico!

Al prossimo viaggio,

Erika

Condividi l'articolo

16 commenti su “Visitare Edimburgo in 2 giorni: itinerario a piedi”

    1. Assolutamente d’accordo, io ho iniziato da Edimburgo e ho proseguito per le Highlands e l’Isola di Skye, ma anche Edimburgo da sola merita un weekend!

  1. Ottimo post con tante informazioni per organizzare visita della città. Non sono ancora stata a Edimburgo e mi tornerà sicuramente utile, è una città che vorrei vedere quanto prima

  2. La Scozia è nella mia lista dei luoghi da visitare, annoto tutto il tuo itinerario a piedi per quando arriverà il momento del “mio viaggio in Scozia “

  3. Sono stata ad Edimburgo nel 2019 ed è una città che mi è rimasta nel cuore nonostante l’abbia visitata quasi sempre sotto la pioggia battente. Purtroppo l’hotel dove ho alloggiato è chiuso ma sono sicura che troverò altre sistemazioni quando deciderò di tornarci!

  4. Super dettagliato e molto interessante il tuo articolo dedicato a Edimburgo: non ci sono ancora stata, peró mi ispira da tempo! Le sue architetture e i paesaggi scozzesi devono essere di grande appeal

  5. Mi piace molto che il rigore dell’architettura gotica sia smorzato da queste facciate colorate di tonalità allegre. Il tutto rende il centro storico più accattivante .. non sono mai stata a Edimburgo ma con la tua guida dettagliata non sbaglierò certo ad orientarmi, semmai dovessi andarci!

  6. Adoro la Scozia, ma soprattutto Edimburgo, anche se può sembrare una città cupa e austera. Mi piacerebbe tornarci in agosto a vedere la parata militare nel castello!

  7. Peccato che tu non sia riuscita a visitare anche il Museo nazionale scozzese perchè è davvero bello! Edimburgo è una città di grande fascino, anche se alla fine il centro è abbastanza piccolo e si visita facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *